Il tuo carrello è vuoto
Vai al carrello Procedi con l'acquisto
Totale parziale Carrello: 0.00€

 

” U PANE DA LAFFUNI”

Tutto ebbe inizio subito il dopo guerra, nei primissimi anni 50’

La mia cara nonna Mela (Carmela) fu tradita da suo marito e successivamente abbandonata con 5 figli da sfamare educare e tirar su, tra cui mio papà e mio zio, gli unici due uomini della famiglia che contava anche tre sorelline.

Una famiglia priva di padre che grazie a mia nonna, è riuscita comunque a crescere bene con sani principi.

Infatti grazie alla mia cara nonna Mela che dalla sua passione per il pane rigorosamente impastato a mano con lievito madre naturale con il solo utilizzo delle proprie mani, del forno e della sua immensa passione ereditata da sua nonna e dalla sua mamma, è riuscita ad inventarsi un lavoro per mantenere la sua umile famiglia orfana di padre.

Questo lavoro-Passione ha coinvolto inevitabilmente tutti i 5 figli man mano che crescevano, ottenendo un serio sviluppo dell’attività che in poco tempo ha ottenuto il primato assoluto nel proprio paese Francofonte, e un ottima richiesta anche dei paesi limitrofi che dopo aver provato quel delizioso e semplice pane si alzavano di buon mattino per venire a Francofonte e ottenere un pezzo di buon pane di casa naturale prodotto sempre in quantità limitata per via del fatto che la mia nonna si rifiutava di utilizzare qualsiasi tipo di impastatrice diversa dalle sue mani.

Nacque così quelli che tutti in paese e non solo, soprannominarono l’insuperabile “PANE DA LAFFUNI”

Nonostante non riusciva a soddisfare tutti i clienti che crescevano sempre di più era comunque soddisfatta perché quel buon pane faceva molto bene parlare di lei ovunque e quei pochi clienti che l’avvicinavano la riempivano continuamente di complimenti e lodi.

Ricordo benissimo quella mia cara nonna che per noi nipoti era un simbolo, perché riusciva a trasmetterci un caloroso amore, nonostante il suo impegno lavorativo e soprattutto ci sfamava spesso con un tozzo di buon pane schiacciato con tanto zucchero sopra.

Ricordo, mentre ci abbracciava diceva spesso il segreto del nostro buon pane, con le sue semplici e umili parole:

IL NOSTRO PANE PUO’ ESSERE IMITATO MA BISOGNA AVERE DUE ELEMENTI FONDAMENTALI, “LA NOSTRA PASSIONE E LE NOSTRE MANI”

 

Purtroppo il sacrificio enorme, la forza e l’impegno costante che richiedeva la tecnica dell’impasto tradizionale a mano, per soddisfare diversi clienti, portò la mia cara nonna Mela a lasciarci a soli 63 anni, a seguito di un intervento chirurgico al cuore, dovuto anche alla malformazione del suo petto che si era formato negli anni con il duro lavoro, come quello muscoloso di un uomo.

A distanza di qualche anno mio papà e mio zio, spinti anche noi figli e da diversi vecchietti clienti che ricordavano sempre il buon pane della mia cara nonna, dopo aver provato e riprovato diverse ricette antiche, decisero finalmente di rimettere in produzione la tecnica tradizionale della nonna Mela, utilizzandola per l’impasto di quella che è oggi la nostra passione, la produzione artigianale e tradizionale dei nostri biscotti e dei nostri “Frutti e Dolci di Sicilia”.

 

Stefano privitelli biscotti_-7545    Stefano privitelli biscotti_-7566    Stefano privitelli biscotti_-7509    Stefano privitelli biscotti_-7551    Stefano privitelli biscotti_-7408    Stefano privitelli biscotti_-7415    Stefano privitelli biscotti_-7429

I nostri prodotti